Macchine spazzolatrici in fonderia: ecco perché preferirgli i robot

Macchine spazzolatrici per fonderia

Scopri per quale motivo dovresti considerare i robot piuttosto che le macchine spazzolatrici classiche per la finitura dei metalli.

Se sei un manager o un imprenditore attivo nell’industria della fonderia, sarai certamente al corrente di tutto ciò che accade all’interno di questo mondo.

La robotica industriale per fonderia continua a evidenziare progressi e a offrire soluzioni sempre più avveniristiche al tuo settore.

Per questo ogni anno diverse fonderie decidono di smettere di affidarsi a macchine da sbavatura per fonderia o macchine spazzolatrici per la finitura dei metalli tradizionali per far posto all’automazione della sbavatura e finitura metalli.

In questo articolo ti spiegheremo quali vantaggi puoi acquisire sostituendo i classici macchinari e utensili a uso umano con i robot da sbavatura.

Perché la spazzolatrice per metalli presenta dei limiti nel lavoro in fonderia?

All’interno di qualsiasi fonderia, una volta terminato il processo di fusione e formatura di un pezzo in metallo, prende il via una fase altrettanto importante: quella della sbavatura e della finitura.

Poiché una colata di metallo liquido lascia delle bave sulla superficie del pezzo, oltre ad altre imperfezioni che possono essere dovute a uno stampo usurato o a residui di resine e prodotti chimici utilizzati per la fusione, è necessario effettuare una serie di lavorazioni per rendere il lavoro impeccabile e pronto all’uso.

Le principali operazioni che si effettuano durante la finitura sono:

  • sbavatura;
  • smerigliatura;
  • nastratura;
  • limatura;
  • carteggiatura;
  • sabbiatura;
  • taglio delle materozze.

Molte fonderie provvedono a questi procedimenti in proprio, affidandosi al lavoro degli operatori e a diversi macchinari. Uno di questi è la spazzolatrice, peraltro utilizzata anche nella lavorazione di altri materiali, come ad esempio il legno.

Leggi anche: Materozza in fonderia: ecco come eliminarla dopo la fusione

Ricorrere al lavoro umano mediante l’uso di questi macchinari pone dei limiti a una fonderia. Vediamo quali.

Non possiamo non cominciare dal fattore tempo.

Affidando il lavoro di finitura al braccio umano non solo le tempistiche di realizzazione sono mediamente lunghe, ma oltre a questo risulta impossibile stabilire un tempo ciclo di riferimento in quanto la stanchezza e l’usura condizionano i ritmi di lavoro.

Sempre per via della ripetitività delle operazioni, è alto anche il rischio a cui sono esposti gli operatori. Errori, distrazioni e incidenti son sempre dietro l’angolo.

Un altro limite importante è quello della qualità dei lavori. Infatti un operatore difficilmente riesce a realizzare ogni singolo pezzo con le medesime caratteristiche e spesso incorre in imprecisioni che, seppur millimetriche, possono pregiudicare la funzionalità di un oggetto.

In particolare nell’utilizzo della spazzolatrice è necessaria una grande sensibilità, che dopo alcune ore di lavoro viene fisiologicamente meno rischiando di pregiudicare la produzione.

Spazzolatrice per metalli in azione

Cosa cambia con una spazzolatrice robotizzata.

Passando alla sbavatura robotizzata tutti questi limiti saranno un lontano ricordo.

Parlando di sicurezza sul lavoro, non saranno più i tuoi operai a maneggiare strumentazioni come spazzolatrici, smerigliatrici o seghe a nastro, ma il braccio robotico della tua isola robotizzata.

Non avendo più la preoccupazione che uno dei tuoi operatori possa infortunarsi, migliorerai nettamente l’ambiente lavorativo e potrai riconvertire il personale verso mansioni più sicure e funzionali alla crescita della tua azienda.

Parlavamo di sensibilità come di una qualità fondamentale nell’utilizzo delle macchine spazzolatrici? Bene, all’interno di un’isola robotizzata per la sbavatura questo problema non si pone.

Il braccio robotico che maneggia i pezzi in metallo infatti è regolato da sistemi idraulici e cuscinetti con una sensibilità calcolata da potentissimi software, che rendono le lavorazioni molto più precise. Inoltre, manco a dirlo, il braccio robotico non è soggetto a stanchezza e di conseguenza non commette errori.

Che dire invece del tempo? All’interno di un sistema automatizzato il tempo ciclo è calcolato con precisione estrema, per cui avrai sempre il controllo della tua filiera e avrai sempre la certezza di poter produrre un numero x di pezzi in un intervallo y di tempo.

Tutti i pezzi che produrrai nella tua fonderia inoltre saranno del tutto identici e potrai garantire una produzione in serie standardizzata ai tuoi futuri clienti.

Leggi anche: Taglio materozze? I robot lo fanno meglio, qui ti diciamo perché

Vuoi godere di questi benefici? Rivolgiti a Trebi!

Stavi pensando di acquistare una nuova macchina spazzolatrice, ma dopo un’attenta riflessione ti stai convincendo del fatto che un investimento come l’inserimento di un’isola robotizzata nella tua fonderia potrebbe rappresentare la soluzione che cercavi per dare una svolta alla tua azienda?

In tal caso, Trebi fa al caso tuo!

La nostra azienda opera da più di trent’anni nel settore della robotica ed è specializzata nella progettazione e realizzazione d’isole robotizzate per la sbavatura.

Oltre ad aver elaborato dei modelli standard, adatti a diversi processi e a diversi metalli, possiamo fornire ai nostri clienti anche la possibilità di progettare isole personalizzate.

Inoltre garantiamo formazione e consulenza durante la fase di avviamento dei macchinari e un servizio di assistenza da remoto entro 24 ore.

Vuoi conoscerci meglio e scoprire in che modo possiamo aiutarti?

Contattaci subito per una consulenza!