Macchine per smerigliatura metalli: quelle automatizzate vincono

Macchine per smerigliatura metalli automatizzate

Ecco perché dovresti affidare ai robot questo compito

Smerigliare un gran numero di pezzi metallici a mano potrebbe essere difficile come fondere l’acciaio con un fornetto elettrico.

Ottenere il medesimo risultato su più componenti è praticamente impossibile e, se i clienti della tua fonderia necessitano di pezzi in serie perfettamente identici tra loro, con la smerigliatura manuale non potrai soddisfarli, e finirai per perderli.

In questo articolo ti spiego qual è la soluzione che dovresti adottare per risolvere una volta per tutte i problemi associati alla finitura dei metalli.

A cosa serve la smerigliatura dei metalli

Se sei attivo nel mondo della fonderia, probabilmente saprai bene quanto sia importante la smerigliatura, soprattutto se ti occupi di sbavatura e finitura di metalli internamente alla tua azienda.

Tuttavia, è possibile che ti interessi esclusivamente di fusione, e che deleghi gli altri processi a ditte terze; in questo caso, è probabile che tu non conosca la reale importanza di queste tecniche di finissaggio.

Prima di spiegarti perché i processi di finitura manuale hanno vita breve in questo settore, voglio parlarti in breve del ruolo di questa specifica procedura.

La smerigliatura è un’operazione che ricopre un ruolo di rilievo; di fatto, è il primo trattamento che si esegue su un pezzo metallico dopo la fusione, e consente di rimuovere i bordi spigolosi, i residui chimici di fusione e alcune bave.

Per dare questa prima sgrossata ai componenti metallici, generalmente, si utilizza un nastro abrasivo a grana grossa in una prima fase e a grana più fine in un successivamente, a seconda della rugosità desiderata.

Leggi anche: Impianti robotizzati: così i robot per fonderia agevolano la finitura

Fondamentale soprattutto nella lavorazione dell’acciaio, del rame e dell’alluminio, la smerigliatura serve a preparare la superficie dei metalli alle procedure successive, come la lucidatura o la satinatura.

Bene, ora andiamo al sodo, e scopriamo quali sono i problemi che caratterizzano questo tipo di lavorazione in fonderia.

Perché la smerigliatura manuale non è più attuabile in fonderia

Sarai certamente d’accordo con me quando dico che realizzare manualmente tutti i processi di sbavatura e finitura dei metalli è una pratica ormai in via di dismissione. D’altronde, se non ne avessi preso coscienza, ora non saresti su Internet a cercare macchine per la smerigliatura dei metalli più performanti di quelle che già usi.

Facciamo il punto della situazione.

Smerigliatura con isola robot Trebi

Se affidi la sbavatura dei metalli ai tuoi operai, è molto probabile che tu sia alle prese con tutta una serie di difficoltà e problemi a cui non riesci proprio a porre rimedio. Mi riferisco alle tempistiche di lavorazione, che cambiano di giorno in giorno non solo tra operatore e operatore, ma anche per la stessa persona.

Magari hai fatto dei test e hai notato che, cascasse il mondo, anche l’operaio più serio e affidabile non riesce a mantenere una media costante di oggetti sbavati ogni ora.

Questo non deve sorprenderti: l’uomo non è mica una macchina!

Ed è per questo motivo che, oltre a quelli legati al tempo ciclo, nascono altri problemi, come per esempio le imprecisioni e, di conseguenza, i pezzi difettosi. A causa di stanchezza, piccole distrazioni ed errori di valutazione, accade spesso che dei pezzi vengano rifiniti così male da doverli scartare.

Quando l’operaio non si accorge dell’errore, invece, succede che il cliente ti chiama per farti notare che alcuni pezzi che gli hai mandato sono inutilizzabili. E questo è lo scenario peggiore perché, se la circostanza si dovesse ripetere, il committente non ci metterebbe molto a rivolgersi a qualcun altro.

Il punto è che situazioni simili non si possono risolvere mantenendo un assetto ormai superato come quello della sbavatura manuale. Poiché la smerigliatura fa parte delle varie lavorazioni che rientrano nei processi di finitura, dovresti pensare di fare il passo che ti permetterebbe di risolvere i tuoi problemi una volta per tutte: ricorrere all’automazione.

Smerigliatura metalli automatizzata: i vantaggi di avere un robot

La robotica industriale per fonderia è una risorsa che potresti sfruttare sin da subito per rendere perfetta la fase di finitura e sbavatura nella tua azienda.

Inserendo un’isola per la sbavatura robotizzata, si regolarizzano le tempistiche di lavorazione e si ha la certezza del numero di pezzi che si sarà in grado di sbavare ogni ora. Cosa che ti consentirebbe di organizzare meglio la filiera, evitando blocchi e colli di bottiglia.

Sul piano della qualità, poi, che dire?

Prima ho giustificato gli errori commessi dagli operai dicendoti che gli esseri umani, non essendo automi, possono sbagliare. Su questo non ci piove. Un operaio è condizionato da vari fattori che gli impediscono di rispettare certi standard qualitativi e di sbavare ogni singolo pezzo alla stessa maniera.

Leggi anche: Shot peening e bave che resistono: ecco come comportarsi

Le macchine da sbavatura robotizzate non hanno di questi problemi: non conoscono stanchezza, distrazione, e nemmeno stress. Pertanto, eseguono tutte le finiture (smerigliatura compresa) in maniera impeccabile, dando vita a componenti metalliche perfettamente uguali tra loro.

Passando alla sbavatura robotizzata potrai innalzare anche i livelli di sicurezza, preservando i tuoi lavoratori dai tanti pericoli legati alla sbavatura manuale.

In conclusione

Investire in un’isola robotizzata potrebbe aprire nuovi scenari per la tua fonderia.

Noi di Trebi ci occupiamo di progettazione e realizzazione di robot per la sbavatura da oltre trent’anni, e possiamo offrirti diverse soluzioni.

Contattaci subito per parlare con i nostri esperti!