La progettazione di macchine industriali su misura del cliente

progettazione di macchine industriali

Perché è importante concepire i macchinari in base alle necessità di ogni singolo caso

Acquistare una macchina industriale non è mai facile.

Facendo un investimento simile c’è sempre la possibilità che il macchinario si riveli inefficace per alcuni tipi di lavorazione, e spenderesti parecchi soldi senza migliorare significativamente i tuoi processi lavorativi.

In questo articolo voglio spiegarti l’importanza della progettazione nella creazione dei macchinari industriali.

Come avviene la progettazione delle macchine industriali

Lavorare nel mondo nell’industria significa entrare in contatto quotidianamente con diversi macchinari, utili a svolgere vari processi.

Se hai a che fare con la lavorazione dei metalli in fonderia, è probabile che nell’uso di alcuni macchinari tu abbia riscontrato degli aspetti negativi: magari il più delle volte si tratta di sottigliezze che non ti impediscono di portare a compimento l’opera, ma che ti costringono a impiegare un intervallo di tempo maggiore.

Un esempio classico potrebbe essere quello di una macchina che ti consente una totale libertà di movimento per oggetti di una certa forma e dimensione, mentre per altri ti costringe a ricorrere a posizioni scomode e talvolta rischiose in termini di sicurezza.

Ecco, in questi casi sorge spontanea una domanda: “Ma chi ha progettato questo macchinario non ha pensato a questa eventualità? Eppure sarebbe bastato poco per renderlo più versatile“.

Il problema, in effetti, sta tutto lì: nella progettazione. Questo processo è di cruciale importanza e, per realizzare un macchinario industriale in grado di soddisfare le esigenze di un’ampia cerchia di clienti, nelle sue varie fasi è opportuno che i produttori si assicurino di non trascurare nulla.

Leggi anche: Tavola rotante motorizzata: ecco quali caratteristiche deve avere

Per facilitare la creazione di un prodotto efficiente e sicuro, occorre mettere in campo quante più conoscenze, azioni, strumenti e metodi possibili, e avere degli obiettivi chiari e definiti. Partendo da queste basi, il team addetto alla progettazione può seguire un iter che preveda:

  • un processo analitico delle specifiche;
  • uno studio di realizzabilità;
  • un dimensionamento;
  • una realizzazione;
  • e una fase di testing.

I fattori di cui tener conto nella progettazione delle macchine industriali

Nel fare questo, i professionisti che si occupano di progettazione delle macchine industriali devono tenere a mente una serie di aspetti imprescindibili, ovvero:

  • le specifiche tecniche;
  • i costi dell’opera;
  • l’efficienza e l’affidabilità;
  • la sicurezza;
  • le tempistiche di realizzazione;
  • la durata.
meccanica dei robot

Come puoi ben immaginare, il parametro dei costi influisce in maniera decisiva sulla realizzazione di una macchina industriale. Ogni azienda stanzia un determinato budget da destinare alla progettazione di un nuovo prodotto, all’interno del quale sono incluse le spese riservate alla sicurezza, alla resa e all’affidabilità. È chiaro che se durante la fase di progettazione emergono esigenze sostanziali che impongono un aumento delle risorse, le possibilità per l’azienda sono due:

  • prendere atto della sottostima iniziale e continuare nello sviluppo del prodotto con un ulteriore stanziamento di risorse pecuniarie;
  • trovare un compromesso che equilibri il rapporto costi/qualità.

In entrambi i casi, però, un produttore è tenuto a rispettare le normative dell’UNI (Ente nazionale italiano di unificazione), del CEI (Comitato elettrotecnico italiano) e di altri enti di normalizzazione che rispondono all’UE. Ma, soprattutto, è importante elaborare ogni progetto di impianto secondo la regola d’arte, come indicato dal D.M. 37/08.

Progettazione nell’automazione industriale: ecco come lavoriamo in Trebi

Se stai cercando una soluzione al problema della sbavatura, è comprensibile che tu voglia avere la certezza di affidarti a un produttore di macchine industriali per la fonderia che dedichi le giuste risorse alla fase di progettazione.

Beh, la nostra azienda, attiva da oltre un trentennio nella robotica industriale, si è specializzata nel segmento delle isole per la sbavatura robotizzata, e in tutti questi anni abbiamo sempre investito nella progettazione, proprio per andare incontro alle esigenze dei nostri clienti.

Nel settore dell’automazione della sbavatura e della finitura dei metalli, non tutte le aziende producono isole robotizzate partendo da zero: in molti casi, la fase di progettazione non viene curata nei minimi dettagli e ci si limita ad assemblare componenti meccaniche, elettriche e utensili.

Per noi, questo non può e non deve esistere.

La nostra filosofia aziendale prevede che le macchine marchiate Trebi vengano create su misura per ogni cliente e le sue particolari necessità, perché sono le macchine a doversi adattare al cliente e non viceversa. Ed è per questo motivo che abbiamo progettato una serie di modelli standard di isole robotizzate, che hanno nella flessibilità una delle caratteristiche principali.

Leggi anche: Cos’è l’ottimizzazione dei processi industriali e come si effettua

Rivolgendoti a noi, potrai contare su un team di professionisti preparati ed esperti che realizzeranno la tua isola robotizzata in base alle lavorazioni di cui necessiti, dei metalli che tratti, delle dimensioni dei pezzi e degli spazi a tua disposizione.

In conclusione

La progettazione delle macchine per l’industria è una fase determinante.

Acquistandone una di bassa caratura non rischierai soltanto di svolgere le lavorazioni in maniera approssimativa, ma anche di fare i conti con problemi legati alla sicurezza sul lavoro. In caso di controlli, infatti, con un’isola robotizzata non a norma sarai costretto a pagare una multa salata.

Le nostre macchine sono in linea con tutte le normative, inclusa la direttiva ATEX.

Contattaci per parlare con i nostri progettisti.