Sbavatura rame: come rimuovere perfettamente le bave metalliche

Come rimuovere perfettamente le bave dal rame

Questo il metodo migliore per sbavare il rame

Quello delle bave di colata è un problema che fa parte della quotidianità per chi possiede o dirige una fonderia.

Se sei impegnato in questo settore e buona parte della tua produzione è legata al rame, è possibile che ti stia domandando quale tra le varie tecniche di sbavatura sia la più efficace per questo metallo in particolare.

In questo articolo ti spiegherò perché l’automazione della finitura dei metalli è la risposta migliore alle tue domande.

Sbavatura meccanica automatizzata: la tecnica più efficace per rame e altri metalli

Introdurre nella tua azienda un’isola per la sbavatura robotizzata ti assicurerebbe performance irraggiungibili con la sbavatura manuale ed emulabili solo in parte con la sbavatura termica, tecniche che prenderò in esame a breve. Intanto, però, voglio esporti i principali vantaggi di cui godresti affidandoti alla robotica industriale.

Le isole robotizzate possono svolgere tutte le lavorazioni di finitura in un unico passaggio, garantendo un tempo ciclo predefinito. Ciò significa che ogni volta che il braccio robotico avvierà la lavorazione di un pezzo, l’intervallo di tempo in cui questa verrà portata a termine sarà sempre lo stesso impiegato per il pezzo precedente.

Un altro aspetto che rende questo metodo particolarmente efficace è la qualità delle finiture. I robot sono guidati da software di ultima generazione, che calcolano con una precisione estrema le operazioni da compiere su ogni oggetto. Questo consente non solo di annullare difetti e sprechi, ma anche di produrre componenti standardizzati, assolutamente identici tra loro.

Le macchine da sbavatura automatizzate, inoltre, hanno un pregio unico: sono adattabili a tutti i metalli e a tutte le dimensioni, caratteristica che potrai comprendere e apprezzare in misura maggiore quando ti parlerò della sbavatura termica.

Leggi anche: Macchine per pulitura metalli: i pregi dei robot

Ora, però, voglio spiegarti per quale motivo faresti bene a mettere definitivamente da parte la sbavatura manuale.

Sbavatura manuale del rame: questi i problemi principali

Molto spesso, quando si parla di sbavatura in riferimento al rame, si pensa alla sbavatura dei tubi. Naturalmente, in fonderia, uno sbavatore elettrico per tubi in rame ti servirà come un due di coppe quando è briscola bastoni.

Saprai molto bene che in seguito alla fusione del rame e di qualsiasi altro metallo è necessario provvedere a diversi processi lavorativi:

  • sbavatura;
  • smaterozzatura;
  • nastratura;
  • smerigliatura;
  • carteggiatura;
  • limatura.
Sbavatura con un robot Trebi

Tralasciando il fatto che per eseguire queste operazioni manualmente sarebbero necessarie più postazioni in fonderia, dotate ognuna di macchinari e utensili differenti, certi problemi tipici di questo metodo non sono più sostenibili al giorno d’oggi.

Le tempistiche lavorative non sono mai lineari, dato che il tempo ciclo cambia sia da persona a persona, sia per lo stesso operatore durante la singola giornata (non è un mistero che fattori come stanchezza, stress e logoramento fisico influenzino la resa dei lavoratori). Inoltre, sempre per le stesse ragioni, questa tecnica comporta anche una certa quantità di errori, che danno origine a sprechi e pezzi difettosi.

In questo modo, oltre a non avere mai certezze sulla qualità, non puoi pianificare il lavoro con precisione assoluta; entrambe le condizioni portano all’insoddisfazione del cliente e, visto che la concorrenza è sempre più spietata, questo è un rischio che non puoi permetterti.

Insomma, la sbavatura manuale, salvo rari casi in cui la produzione è di nicchia e limitata a pochi pezzi, non è più sostenibile.

Sbavatura termica per il rame? Può essere una soluzione, ma occhio ai limiti

Come ti ho anticipato precedentemente, c’è una tecnica di sbavatura che assicura risultati eccellenti sul rame, ma prima di poter concludere che possa essere quella giusta per te è bene che tu ne conosca alcune caratteristiche.

La sbavatura termica avviene tramite processo chimico fisico: i pezzi metallici vengono posti in una camera stagna, all’interno della quale viene immessa una miscela di gas che, in seguito a un innesco, causa un’impennata repentina della temperatura. Questo processo determina l’ossidazione delle bave, che vengono eliminate anche dai punti più inaccessibili (come i fori e le filettature).

A prima vista potrebbe sembrarti una tecnica impeccabile. E lo sarebbe, se non fosse per alcuni limiti.

Leggi anche: Macchine taglio metalli: la soluzione ideale per la finitura in fonderia

Il primo è che l’unica operazione effettuabile è la sbavatura; di conseguenza, per tutte le altre lavorazioni dovresti utilizzare altri macchinari. In secondo luogo, il processo chimico fisico è efficace al 100% esclusivamente su bave di rame di scarsa entità (per intenderci, se queste hanno uno spessore superiore a 0,1 mm, l’ossidazione non le eliminerà). Il terzo riguarda la grandezza dei pezzi, dato che le macchine da sbavatura termica non sono adatte a componenti di dimensioni medio grandi.

Alla luce di queste particolarità ti sarà evidente come, nel complesso, la sbavatura automatizzata con i robot sia la tecnica più efficace e versatile per il rame e per gli altri metalli più utilizzati in fonderia.

In conclusione

Trovare un’isola robotizzata che risolva definitivamente il problema della sbavatura del rame e di altri metalli non è semplice.

Molti produttori propongono dei modelli standard senza considerare le particolarità e le esigenze di ogni singolo cliente, e fare un acquisto del genere ti espone al rischio di andare incontro ad alcuni disagi.

Noi di Trebi sappiamo bene quanto sia importante analizzare ogni situazione per garantire al cliente la massima soddisfazione, ed è per questo che le nostre isole vengono progettate in base alle sue necessità.

Contattaci subito per parlare con uno dei nostri esperti!