Come aumentare la produttività industriale con gli impianti robotizzati

Aumentare produttività industriale

I robot rappresentano la formula vincente per la crescita industriale

Lavorare in certi settori industriali senza i robot è come battere il martello sul ferro freddo.

Il calo della produzione industriale del 2020 ha palesato ulteriormente la necessità di introdurre le macchine robotizzate in molte realtà lavorative; quindi, a seconda dell’ambito in cui operi, non pensare che di poter ottenere una crescita continuando ad adottare tecniche di trent’anni fa.

Ci sono svariate aree lavorative in cui l’assenza dei robot equivale non solo a un grafico piatto, ma a una vera e propria condanna a morte. In questo articolo ti spiegherò che impatto hanno gli impianti automatizzati sulla produttività industriale, specialmente nell’ambito della lavorazione dei metalli.

Processi di produzione industriale: come migliorano grazie ai robot

Nel mondo dell’industria si fa ricorso ai robot da ormai parecchi decenni, ma rispetto al periodo in cui l’automazione fu introdotta solamente nelle catene di montaggio di alcuni settori industriali, oggigiorno essi vengono utilizzati in svariati ambiti.

Il motivo è semplice.

Ci sono tanti vantaggi nel loro uso. Pensa, ad esempio, ai rischi in meno per gli operatori; grazie alla presenza dei robot, essi sono esonerati dallo svolgimento di mansioni come la movimentazione di materiali pesanti o l’esecuzione di lavorazioni con utensili e macchinari potenzialmente pericolosi.

Ma a parte l’aspetto relativo alla sicurezza (chiariamoci: importantissimo), anche il ciclo di produzione industriale viene notevolmente migliorato dall’introduzione dei robot. Affidando alle macchine i processi lavorativi che richiedono una certa ripetitività e precisione, si ottengono risultati qualitativamente impeccabili.

Merito dell’abbattimento del rischio di errori e distrazioni, sempre presente quando a svolgere determinate azioni è l’uomo. L’incremento della produttività è certamente legato al miglioramento qualitativo del lavoro, ma anche alla regolarizzazione delle tempistiche: poiché gli impianti robotizzati lavorano seguendo le impostazioni di un software, essi garantiscono una produzione priva di rallentamenti e sempre in linea con i programmi.

Leggi anche: Robot industriali: storia dalle origini ai giorni nostri

Il settore della lavorazione e produzione di oggetti metallici rientra fra quelli più legati alla robotica, specialmente in relazione ai processi di taglio, sbavatura e finitura.

Attività industriali di lavorazione dei metalli: ecco perché l’automazione aumenta la produttività aziendale

Se sei attivo nel campo della fonderia, saprai bene quanto sia importante la fase di finitura dei pezzi prodotti mediante fusione. Allo stesso modo, sarai ben consapevole anche del fatto che, nelle produzioni in serie, stia diventando impossibile continuare a fare affidamento sulla sbavatura manuale.

Robot in un ciclo di produzione industriale

Gli insormontabili problemi che si creano nel reparto dedicato alla finitura dei metalli in operazioni come il taglio dell’acciaio, la carteggiatura, la smerigliatura e via dicendo, hanno spinto tantissime aziende a ricorrere alla sbavatura robotizzata.

Ora, è ovvio che questa tendenza metta chi opera in questo settore di fronte a una scelta: adeguarsi o soccombere. Sì, perché il massiccio ricorso all’automazione della finitura e sbavatura dei metalli – unito alla crescita qualitativa e quantitativa della concorrenza straniera (ogni riferimento a quella cinese è puramente casuale) – rende i clienti sempre più esigenti e, di conseguenza, le fonderie prive di impianti robotizzati decisamente obsolete.

Tuttavia, questa necessità va colta come un’opportunità: inserire un’isola robotizzata per la sbavatura in fonderia, infatti, ti consentirà di rivoluzionare completamente gli assetti lavorativi, e a beneficiarne non sarai solo tu, ma anche i tuoi collaboratori.

Nei lavori di finitura dei componenti metallici, le macchine da sbavatura automatizzate sono una garanzia di incremento della produttività, grazie a:

  • tempi ciclo sempre precisi;
  • qualità e precisione estrema nelle finiture;
  • standardizzazione della produzione;
  • possibilità di incrementare le competenze del personale.

Su quest’ultimo punto occorre fare le dovute considerazioni; liberando i tuoi operatori da compiti logoranti (per il corpo e per la mente) e rischiosi, avrai modo di ridisegnare completamente la tua fonderia e investire nella loro formazione, trasformandoli da semplici pedine a risorse attive per l’azienda.

Quali robot si utilizzano in questa tipologia di processi produttivi

Spinto dalla prospettiva di aumentare la tua produttività e di rendere il tuo ambiente di lavoro più sicuro, probabilmente hai deciso di adeguarti alle nuove esigenze del tuo mercato di riferimento. Tuttavia, non essendo un esperto di robotica industriale per fonderia, potresti non sapere quali sono i robot usati per la sbavatura.

Se tu dovessi eseguire una ricerca sui robot industriali, sappi che tra i risultati troverai diverse tipologie di macchine (ne parlo in maniera dettagliata nell’articolo “Tipi di robot industriali: ecco quali sono“), le quali forniscono un validissimo supporto in diversi campi di applicazione.

Per la sbavatura automatizzata in fonderia si utilizzano i robot antropomorfi.

Queste macchine hanno caratteristiche strutturali che ricordano la conformazione del braccio umano e proprietà come la flessibilità, la forza prensile, la libertà di movimento, la precisione e la sensibilità; va precisato che le ultime due peculiarità sono solitamente legate ai software di guida e alla qualità dei materiali utilizzati per realizzare i giunti.

Leggi anche: Robot per saldatura: ecco come funzionano

Come lavorano questi robot con i metalli?

All’interno di una cella, il braccio meccanico ‘afferra’ l’oggetto da rifinire e lo posiziona nelle varie stazioni di lavoro, talvolta con un bloccaggio fisso (ad esempio, per il taglio delle materozze) talvolta con movimenti ben precisi (per l’esecuzione di lavorazioni come carteggiatura, limatura e smerigliatura).

Insomma, il robot antropomorfo svolge le stesse azioni dell’uomo, con la differenza che le porta avanti in maniera ritmica e regolare, senza stancarsi e senza causare sprechi di materiale.

In conclusione

Stai pensando di inserire un impianto robotizzato nella tua fonderia? Noi di Trebi siamo attivi nel settore della robotica da più di trent’anni, e siamo specializzati nella progettazione e produzione di isole robotizzate per la sbavatura completamente chiuse.

Il nostro team di esperti elabora soluzioni personalizzate, adattando i modelli standard alle particolarità evidenziate da ogni singolo cliente.

Contattaci per avere maggiori informazioni sui nostri robot!