Soluzioni (definitive) per la sbavatura metalli nei processi industriali

Soluzioni per la sbavatura dei metalli nei processi industriali

Ecco quali metodi potresti adottare per risolvere il problema della finitura dei metalli

Il problema della sbavatura in fonderia è più attuale che mai.

Utilizzare metodologie antiquate e ormai superate espone al rischio sempre più concreto di vedersi sopraffare dalla concorrenza cinese e da fonderie più all’avanguardia, con una conseguenza inevitabile: calo del fatturato.

Vuoi evitare di essere travolto da quest’onda inarrestabile e continuare a recitare un ruolo da protagonista nel tuo settore?

In questo articolo scoprirai qual è il metodo più applicabile e completo per ottimizzare i processi di sbavatura.

Rimozione manuale delle bave metalliche? Ecco perché dovresti abbandonarla

Diciamoci la verità.

Ha senso parlare ancora di sbavatura manuale nell’epoca dell’Industria 4.0?

Francamente no, e probabilmente la pensi come me dato che sei alla ricerca di nuove strade.

Non è solo una questione di progresso, ma di vera e propria sopravvivenza.

Al giorno d’oggi la concorrenza non è limitata alle fonderie della tua zona, ma devi confrontarti con ciò che offre il mercato a livello globale.

Capirai bene che continuare ad affidare i processi di finitura dei metalli alle mani dei tuoi operai è come gareggiare in Formula 1 con la macchina di Fred Flinstone.

Adottare questo metodo ti causerà sempre gli stessi problemi: tempi ciclo che cambiano da un giorno all’altro, presenza di difetti nelle finiture, clienti che ti chiamano per dirti che i pezzi non vanno bene, l’operaio che si mette in malattia…

Insomma, se finora non hai dovuto ricorrere allo psicologo puoi ritenerti fortunato!

Il fatto è che, se vent’anni fa questi problemi riguardavano praticamente tutte le fonderie, oggi, con la larga diffusione dell’automazione, chi ancora non ricorre alla robotica industriale e alla tecnologia probabilmente non si rende conto che questa strada ha un’unica direzione: la chiusura.

Leggi anche: Sbavatura chimica: cos’è, come funziona e cosa fare quando è inapplicabile

I vantaggi offerti dai metodi di sbavatura più avanzati sono davvero troppi perché i tuoi clienti continuino ad affidare la loro produzione a te e a scontrarsi con certi ostacoli.

Fortunatamente, sembra che tu lo abbia capito.

E allora vediamo come risolvere…

Sbavatura meccanica con i robot: la soluzione più completa.

Allo stato attuale, la sbavatura robotizzata è senza dubbio il metodo più efficace e completo.

I robot antropomorfi utilizzati nelle isole da sbavatura permettono di eseguire in sicurezza e in conformità con le normative ATEX lavorazioni come:

  • sbavatura, appunto;
  • carteggiatura;
  • limatura;
  • nastratura;
  • taglio delle materozze;
  • smerigliatura.

Il fattore sicurezza non può e non deve passare in secondo piano: in tutti questi anni di attività nel settore, avrai certamente constatato la pericolosità dei processi di finitura e, molto probabilmente, avrai sentito parlare di incidenti gravi.

Sbavatura meccanica con i robot

I robot per la sbavatura ti liberano da questo pensiero, migliorano il tuo ambiente di lavoro e ti consentono di destinare i tuoi operatori a mansioni più sicure, meno logoranti e più utili allo sviluppo della tua fonderia.

“Sì, questo è un fattore importante. Ma voglio sapere quali sono i benefici per la mia fonderia”

No, non sono un mentalista. Ma è probabile (e comprensibile) che stia pensando questo.

Ora ci arriviamo.

I vantaggi più tangibili dell’inserimento di macchine da sbavatura automatizzate sono:

  • Tempi ciclo finalmente precisi e definiti;
  • Percentuale di errore prossima allo zero;
  • Produzione standardizzata;
  • Nessuno spreco.

Il robot, non essendo esposto a fattori inevitabili per un essere umano (stanchezza, stress, distrazione), esegue tutte le finiture sotto la guida di software molto complessi che, grazie a vari collaudi e prove, determinano i parametri definitivi per una realizzazione perfetta e fedele a un Tempo ciclo standard.

E sai che altro c’è?

Questo strumento si può utilizzare per tutti i metalli e per componenti di tutte le dimensioni, comprese le microfusioni in acciaio.

Sbavatura termica? Sì… ma anche no!

Sì, lo so.

È possibile che abbia sentito parlare della sbavatura termica (o chimica).

Si tratta di un metodo che consente di rimuovere le bave senza nemmeno toccarle.

Già, perché la sbavatura avviene mediante un processo chimico-fisico. I componenti vengono messi dentro una camera a pressione, all’interno della quale viene immessa una miscela combustibile.

Grazie a un innesco, la combustione improvvisa innalza significativamente la temperatura causando l’ossidazione delle bave.

Tutto pulito. Tutto veloce. E più pezzi alla volta.

Interessante, dirai.

Peccato che questa tecnica è roba per pochi.

Leggi anche: Sbavatura fori? Da problema a opportunità: ecco perché

Infatti, per quanto sia una buona soluzione, è scarsamente applicabile e non risolverebbe nulla nella maggior parte delle fonderie.

La sbavatura termica è efficace solo sulle bave sottili (di spessore inferiore a 0,1 mm per alluminio e rame, e inferiore a 0,3 mm per acciaio e ghisa), mentre invece in quelle più grosse l’ossidazione non porta alla loro eliminazione.

In conclusione

Ora che hai il quadro più chiaro starai pensando di inserire un robot nella tua fonderia, ma questa è una scelta difficile.

Ci sono tanti produttori che si presentano come esperti in robot per la sbavatura, ma in realtà non fanno altro che modificare utensili e macchinari nati per essere utilizzati diversamente.

Noi di Trebi non solo produciamo i robot, ma li progettiamo da zero. E lo facciamo in modo diverso per ogni cliente, dato che ognuno ha esigenze particolari.

Vuoi esporre le tue a uno dei nostri esperti per capire quale sarebbe la soluzione ideale per te?

Prenota una consulenza gratuita oggi stesso!