Tecnologie abilitanti di Industria 4.0: ecco quali sono

Tecnologie abilitanti per Industria 4.0

Le innovazioni incluse nel piano italiano per la quarta rivoluzione industriale

Hai sentito parlare di Industria 4.0 ma non hai ancora avuto modo di comprendere quali sono le tecnologie che ne fanno parte?

In questo articolo ti esporrò tutte le categorie che ne fanno parte, concentrandomi su quelle inserite dal governo italiano nel Piano Nazionale Impresa 4.0.

Queste, le nove tecnologie abilitanti indicate dal governo

In un mondo in costante evoluzione come quello dell’industria è normale che, periodicamente, nascano nuovi modelli produttivi. I prossimi anni segneranno una svolta storica per tanti settori, incluso quello della lavorazione dei metalli, grazie all’incentivazione dell’utilizzo di una serie di nuove tecnologie.

La lista stilata dall’Unione europea, organismo promotore di Industria 4.0, è piuttosto lunga ma il governo italiano ha individuato nove categorie abilitanti, includendole nel Piano Nazionale Impresa 4.0; nelle prossime righe scoprirai quali sono gli strumenti che faranno della tua azienda una smart factory proiettata al futuro.

1) Soluzioni di manifattura avanzata – Advanced manufacturing solution

Fanno parte di queste tecnologie tutti quei processi caratterizzati dalla collaborazione tra uomo e macchine mediante la connessione e il controllo da remoto. I robot collaborativi costituiscono il pezzo forte in tale ambito, dato che si tratta di sistemi automatizzati in grado di assistere l’uomo in maniera intelligente nell’esecuzione di lavori standard.

2) Manifattura additiva – Additive manufacturing

La manifattura additiva è conosciuta ai più come “stampa 3D”. Per quanto questa tecnologia non sia poi così recente, ultimamente il suo utilizzo ha vissuto un vero e proprio boom grazie al perfezionamento dei macchinari e al calo dei costi.

La possibilità di creare prodotti di vario genere e materiale in tempi più brevi e con un minor impiego di materie prime è estesa a un numero sempre maggiore di campi; pertanto, non è difficile comprendere perché la diffusione della stampa 3D ha già conosciuto una certa diffusione.

Leggi anche: La manutenzione delle macchine industriali: perché è così importante

3) Realtà aumentata – Augmented reality

Questa tecnologia non è che un’evoluzione della realtà virtuale. Il suo utilizzo consente di svolgere svariate procedure lavorative in maniera semplificata grazie all’integrazione di un ambiente fisico con informazioni audio, testuali o grafiche.

Con la realtà aumentata, un operatore ha la possibilità di valutare parametri come temperatura, umidità o forza del vento mentre sta svolgendo un lavoro in cui tali caratteristiche potrebbero condizionarlo. O, ancora, un arredatore potrebbe proiettare in un ambiente vuoto diversi elementi per avere una rappresentazione di come sarebbe quello spazio con gli arredi.

4) Simulazione – Simulation

Questo strumento è molto utile per abbreviare i tempi e limare considerevolmente i costi di produzione di un prodotto o di una tecnologia. Simulando l’operatività in maniera virtuale, infatti, è possibile determinare i difetti e ottimizzare i processi prima ancora che un prodotto venga realizzato.

5) Integrazione orizzontale/verticale – Horizontal/Vertical integration

Viviamo un periodo storico in cui si sente spesso parlare di digitalizzazione. Ebbene, disporre di un flusso di informazioni e della possibilità di condividerle aiuta le aziende nel rapporto con clienti finali e fornitori (integrazione verticale) ma anche nella gestione interna dei dati (integrazione orizzontale).

Tecnologie di taglio e sbavatura

6) Internet per l’industria – Industrial Internet

Riguarda la possibilità di connettere i macchinari e i dispositivi tra loro o con l’uomo mediante l’uso della rete. Attraverso un determinato linguaggio e una connessione, le macchine possono interagire in maniera intelligente migliorando i processi lavorativi.

Inoltre, attraverso questa tecnologia le macchine sono in grado di elaborare informazioni utili per i processi produttivi.

7) Cloud

Questa tecnologia consente di condividere dati e informazioni in uno spazio non fisico ma remoto, e facilita già da tempo la realizzazione dei progetti e la collaborazione tra diversi soggetti. Di fatto, la gestione dei dati su spazi aperti annulla i limiti tipici di uno storage fisico.

8) Sicurezza dei dati – Cybersecurity

Tutte le tecnologie finalizzate alla protezione dei sistemi informatici e dei dati in essi contenuti fanno parte della cybersecurity. Poiché gli attacchi ai dispositivi connessi a Internet possono portare alla perdita e alla violazione di dati sensibili, è fondamentale che le aziende investano nella sicurezza affinché questi rimangano riservati e inaccessibili a terzi.

9) Big Data e Analisi

L’analisi dei big data, ovvero i dati che ogni secondo vengono immessi nella rete dagli utenti, è di cruciale importanza per le aziende sia per monitorare i trend sia per elaborare nuove strategie di marketing in linea con le richieste dei consumatori.

Qualsiasi realtà produttiva, al giorno d’oggi, non può fare a meno di questo genere di informazioni per mantenere alta la competitività in un mercato in continua evoluzione.

Come capire se dovresti investire in queste tecnologie

Se sei attivo nell’ambito industriale, è molto probabile che almeno alcune tra queste tecnologie, se non tutte, ti riguardino da vicino, e provvedere a integrarle nel tuo assetto organizzativo è una mossa che dovresti effettuare subito.

Chi lavora nel settore della lavorazione dei metalli, per esempio, si ritrova davanti a un bivio impietoso: continuare ad agire con metodi antiquati che non consentono di risolvere i problemi o affidarsi alla robotica industriale per fonderia.

Mi riferisco, in particolare, ai processi di finitura e sbavatura dei metalli. Molte fonderie negli ultimi tempi hanno optato per la sbavatura robotizzata non solo per ottimizzare i processi produttivi, ma per assicurarsi la sopravvivenza.

Leggi anche: Costruzione macchine industriali in Italia: l’eccellenza di Trebi

In questo settore, infatti, la concorrenza straniera a basso costo ha stravolto completamente il mercato e ha messo in evidenza le lacune della sbavatura manuale. Poiché molte fonderie straniere propongono gli stessi servizi di quelle italiane a prezzi molto più competitivi, l’unica via d’uscita è puntare sulla qualità.

Con l’automazione della sbavatura e finitura dei metalli avrai finalmente la possibilità di garantire ai tuoi clienti:

  • tempistiche regolari;
  • zero errori e imprecisioni;
  • una produzione standardizzata.

Inoltre, garantirai a te stesso e ai tuoi operatori un ambiente di lavoro più sicuro. Saranno i robot, infatti, a eseguire le lavorazioni rischiose per la loro incolumità.

In conclusione

Stai riflettendo sull’opportunità di rivoluzionare la tua fonderia e perfezionarla con le nuove tecnologie?

Noi di Trebi siamo specializzati nella progettazione e produzione di isole robotizzate per la sbavatura e abbiamo le soluzioni che cerchi.

Contattaci per parlare con i nostri esperti!